Tagga @Biokalo su instagram ed ottieni 100 biopunti. Clicca qui per maggiori informazioni Taggaci su instagram e ottieni 100 biopunti. Scopri di più 100 biopunti in regalo? Scopri di più
Entra anche tu nel mondo dei BioPunti! Ogni 100punti=1 euro. Puoi raccogliere punti registrandoti al sito, invitando un amico o taggando @biokalo nelle tue storie o nei post su instagram. Hai ancora domande? Scrivici in chat!

Ho capito!
Carrello0Item(s)

Non hai articoli nel carrello.

Product was successfully added to your shopping cart.

Hennè, ricetta e guida all'uso passo dopo passo

L’hennè è una polvere tintoria con effetti incredibili per la salute dei capelli e del cuoio capelluto. Ma vediamo insieme i dettagli su come utilizzare l’hennè!

Che cos’è l’hennè?

L'henné, o henna, è una polvere tintoria naturale ottenuta dalla Lawsonia Inermis, una pianta ricca di lawsone, un pigmento arancio-rosso molto intenso. 

L'henné viene utilizzato sin dall'antichità per tingere i capelli in modo naturale. Rispetto alle tradizionali tinture, l’hennè offre numerosi vantaggi: crea una pellicola intorno al capello che lo rende più spesso e forte, oltre a nutrirlo. Inoltre ha degli effetti positivi anche sulla cute. 

Colori hennè

Quali colori sono disponibili per l’hennè? L’hennè è disponibile in quattro diverse tipologie:

Impacco hennè neutro

L’hennè neutro è adatto per impacchi nutrienti e rinforzanti senza alterare il colore dei capelli. Per un impacco è necessario mescolare l’hennè con un po’ d’acqua tiepida, fino ad ottenere una consistenza cremosa. 
Occorre poi applicarlo sui capelli e sulla cute pulita, con l’aiuto di una spatola e di un paio di guanti, per evitare di macchiarci. Poi possiamo avvolgere i capelli nella pellicola trasparente e indossare una cuffia. La posa è 1-2 ore.
Trascorso il tempo di posa, si può proseguire con lo shampoo utilizzando solo acqua e una noce di balsamo. 

Ricetta tintura hennè rosso caldo o freddo

L’hennè rosso caldo tinge i capelli di un colore rosso caldo, ma attenzione: il risultato dipenderà dal colore di partenza. Sui capelli biondi, il risultato sarà un rosso acceso. Sui capelli castani, ci saranno dei bellissimi riflessi rossi. Possiamo ottenere un risultato più o meno evidente a seconda di cosa aggiungiamo al nostro impacco. 
La ricetta tintura hennè rosso caldo o freddo prevede solo acqua tiepida ed hennè. Occorre mescolarli fino ad ottenere una consistenza cremosa e poi applicarli sulla cute e sui capelli puliti. 

Per ottenere un rosso più acceso, basta mettere la nostra preparazione da parte per circa 6 ore (in inverno) oppure 30 minuti (in estate). In questo modo la preparazione inizierà ad ossidarsi e il colore o i riflessi saranno più intensi. 
Poi potremo applicare la nostra tintura su cute e capelli puliti. Indossiamo i nostri guanti e utilizziamo un asciugamano sulle spalle per evitare di macchiarci. Utilizziamo poi una spatola per la tintura e applichiamo la preparazione sulla cute e sui capelli. Poi possiamo avvolgere tutto nella pellicola e indossare una cuffia. Il tempo di posa varia dalle 4 alle 6 ore. Trattandosi infatti di una tintura naturale ha bisogno di più tempo per aderire al capello!

Trascorso il tempo di posa, si può proseguire con lo shampoo utilizzando solo acqua e una noce di balsamo. 

Aggiungere yogurt, aceto o limone alla preparazione

Molti aggiungono yogurt (in caso di capelli secchi) oppure aceto o limone  (in caso di capelli grassi) alla preparazione per accentuare i riflessi rossi tra i capelli. Questi ingredienti però possono essere irritanti per il cuoio capelluto: una preparazione con sola acqua o con gam basta per ottenere ottimi risultati.

Hennè capelli bianchi

L’hennè copre i capelli bianchi? Sì, ma occorre applicare la tintura in modo certosino, aiutandoci con una spatola per la tintura e rispettando i tempi di posa.

Non mescolare hennè con oli o idrolati

L’hennè deve aderire al capello pulito e gli oli impediscono alla polvere di aderire al capello. Nelle preparazioni con l’hennè dunque si possono aggiungere altre polveri (come l’amla o il bringharaj) ma non possono essere aggiunti oli, idrolati e derivati.